Progetto Scuola Cardioprotetta edizione 2020

I dati del fenomeno

Ogni anno in Italia circa 70.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. In pratica una città di medie dimensioni che scompare. La quasi totalità di questi tragici eventi si verifica lontano dalle strutture sanitarie e nel 70% dei casi avviene in presenza di altre persone. Purtroppo il 4% di queste vittime sono bambini con meno di 8 anni.

Come combattere l’arresto cardiaco

L’arresto cardiaco è una delle principali cause di morte, può colpire chiunque, in qualunque momento e in qualunque posto, e può essere combattuto solo entro i primi minuti, praticando la rianimazione cardiopolmonare e utilizzando il defibrillatore, che è un apparecchio semplice e sicuro.

LE SCUOLE

Uno dei settori indicati per un progetto di cardioprotezione è quello della scuola. Analizziamo ora le caratteristiche di questo tipo di strutture per valutare la necessità di installare defibrillatori al suo interno:

Varietà delle età in uno stesso centro: ci sono scuole che vanno dal nido alle superiori, e questo implica una gran varietà di età, ognuna con le proprie capacità fisiche e di salute specifiche

Gruppi  elevati di studenti in un’aula con un unico insegnante

Attività fisica: palestra, piscina, ricreazione

Attività extracurricolare: qua si sommano due fattori, l’attività fisica (calcetto, calcio, basket, volley, ecc.) e il personale esterno alla scuola

Cessione della palestra per attività sportive esterne alla scuola (ASD)

Progetti didattici organizzati dalla nostra Associazione

I nostri Plessi comprendono più edifici, con più piani

Raggiungere una persona colta da un arresto cardiaco improvviso all’interno di una può essere molto difficoltoso. Il 118, in base alle sue statistiche annuali, ci dice che difficilmente riesce ad intervenire entro dieci minuti dall’accaduto. Dato che in queste strutture non si è mai da soli, è fondamentale dunque che tutti imparino ad intervenire rapidamente e a salvare vite umane.

La scuola è un’istituzione che accoglie i ragazzi per molte ore ogni giorno per questo il Comitato Genitori si è fatto promotore di un progetto di cardioprotezione già nel 2018 per il Plesso Bruno Buozzi.

L’Associazione Culturale Scuola da Vivere ed il Progetto DAE “Scuola Cardioprotetta”

Sviluppare il progetto di cardio-protezione scolastica in collaborazione con il Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 per l’acquisto di un defibrillatore semiautomatico DAE significa:

  • avere a disposizione H24 un defibrillatore DAE, affidabile e facile da usare, scelto tra i migliori presenti sul mercato mediante un’attenta analisi tecnica.
  • diffondere la cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza
  • formare il personale scolastico, studenti compresi, con corsi BLSD ( Basic Life Support-Defibrillation) certificati e accreditati alla Regione Lazio
  • la fornitura di teche e cartellonistica di segnalazione DAE oltre ai percorsi formativi edottenere un programma di assistenza e manutenzione del defibrillatore nelle scuole per mantenere in perfetto stato di funzionamento il defibrillatore DAE nel tempo.

Come avvenuto nel 2018 con il Progetto Danilo Agrosi – una Scuola CardioProtetta, l’attenzione sarà puntata sulla sensibilizzazione al Primo Soccorso e al senso di responsabilità civica. Con gli alunni più piccoli saranno introdotti anche i primi elementi operativi affinché comprendano la reale efficacia dell’apparecchiatura che verrà installata nel loro Plesso.

E’ da considerare che nel quartiere Isola Farnese, dove sorge il Plesso omonimo, non vi è alcun punto DAE, valutata la presenza di un centro sociale per anziani ed una chiesa nelle immediate vicinanze che potrebbero avere l’esigenza dell’utilizzo dell’apparecchiatura salvavita. Stessa cosa vale per il Plesso Giuseppe Tomassetti posizionato nella centralità del quartiere La Storta, sulla Via Cassia e sul passaggio della Via Francigena, adiacente ad attività commerciali, posta, banche ed un centro anziani che NON HANNO a disposizione un DAE. L’uso del DAE è quindi impiegato, all’occorrenza, anche al di fuori dell’ambito scolastico.

Programma del corso fornito dalla Croce Rossa Italiana “Comitato Roma 15”

La “catena della sopravvivenza”

  • Importanza del Primo Soccorritore Valutazione della dinamica dell’evento
  • Autoprotezione
  • Attivazione precoce del sistema Emergenza-Urgenza 118
  • Il B.L.S. (Basic Life Support = Supporto vitale di base)
  • Valutazione dello stato di coscienza
  • L’infortunato incosciente: apertura delle vie aeree, controllo della respirazione
  • L’infortunato incosciente che respira: Posizione Laterale di Sicurezza

Esercitazioni teoriche

  • L’infortunato incosciente che non respira o non respira normalmente: Rianimazione Cardio-Polmonare
  • B.L.S. in caso di arresto cardiaco primario
  • B.L.S. in caso di arresto respiratorio primario
  • L’infarto del miocardio: sintomi e segni
  • La morte improvvisa
  • Cause di arresto respiratorio: ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo (manovre di disostruzione: esercitazioni pratiche)
  • Annegamento
  • Trauma
  • Folgorazione
  • Intossicazione da farmaci, alcool, droghe
  • Alterazione nella composizione dell’aria inspirata (eccesso di CO2)
  • Presenza di gas tossici
  • Arresto respiratorio conseguente ad arresto cardiaco primario

Ed inoltre…

  • Cenni sulla defibrillazione precoce
  • Aspetti medico-legali del B.L.S.

Esercitazioni pratiche

  • RCP a 1 Soccorritore – RCP a 2 Soccorritori.  RCP = Rianimazione Cardio-Polmonare

Attestato di partecipazione

Durata del corso: 5-7 ore  Quando: Marzo 2020 con data e orario da definire

Qualifica: Il soggetto formato viene iscritto nella lista esecutori di European Resuscitation Council secondo le linee guida 2005 ERC ed inserito nel database dell’ARES 118 per gli esecutori della Regione Lazio come personale autorizzato all’uso del DAE in sede extraospedaliera. Re-training previsto ogni due anni.

Il defibrillatore TECNO-GAZ TECNOHEART Plus

– Ha una caratteristica esclusiva: il selettore adulto/pediatrico, un’unica batteria e un unico set di elettrodi per intervenire rapidamente su qualsiasi paziente. Questo consente di risparmiare secondi preziosi ma  anche di risparmiare nei costi di manutenzione (1 kit unico per due tipologie di pazienti).

– Ha una batteria a lunga durata con capacità 5 Anni in stand by o 200 scariche.

– Resistente a cadute da 1 mt di altezza e dotato di ottima impermeabilità grazie alla protezione certificata IP54 contro liquidi e sporco.

– Anti panico: l’apparecchio ha gli elettrodi preconnessi ed è stato progettato per assistere un soccorritore con poca esperienza; si attiva all’apertura dello sportello, una voce guida e chiare indicazioni visive  accompagnano il soccorritore nell’intervento. Il suo metronomo sonoro aiuta il  soccorritore ad eseguire l’RCP di alta qualità rispettando i tempi. L’utente che lo manovra non ha la possibilità di forzare la scarica se il dispositivo segnala che questa non è necessaria.

– Sicuro ed efficiente, TECNOHEART PLUS effettua auto-test funzionali quotidiani, settimanali e mensili. Il led di stato e il display frontale, visibili anche con il coperchio del DAE chiuso, permettono di verificare  agevolmente il livello di carica della batteria e lo stato di funzionamento del dispositivo.

Specifiche tecniche

• Selettore adulto bambino: permette di trattare pazienti pediatrici attraverso una semplice selezione sul dispositivo (non necessità di doppie piastre, adattatori, chiavi etc).

• Voce guida: per un utilizzo semplice ed assistito.

• Scheda sd: archiviazione attività per tutela giuridica.

• Custodia morbida: protezione da urti e graffi (STANDARD).

• Batteria LiMnO2 lunga durata: 5 anni, 200 scariche (STANDARD).

• Indicatore batteria: consente di capire sempre il livello della batteria.

• Autotest componenti critiche: consentono il mantenimento efficiente delle funzionalità dell’apparecchiatura.

• Calcolo impedenza: verifica dell’integrità del contatto del DAE con il paziente.

• Schermo display: indica lo stato del defibrillatore e della batteria.

• Shock bifasico: scarica elettrica che percorre il cuore prima in un senso e poi nell’altro.

• Software heart on: si usa per archiviare in modo organico i dati di utilizzo del DAE oltre che consentire l’aggiornamento del firmware.

• Elettrodi preconnessi: riducono le tempistiche di intervento.

• Batteria: 200 scariche elettriche.

• Porta comunicazione irda: consente la comunicazione pc – defibrillatore.

• Energia variabile: adulto (>25 kg) da 185 a 200j / bambino (<25 kg) da 45 a 50j.

L’Azienda fornitrice

CARDIOSAFE SRL

Cardiosafe srl

Cod. Fiscale – Partita IVA: 13609921005

Sede legale: Via Ugo de Carolis 4, 00136 Roma

Numero REA: RM – 1460376

Capitale Sociale €10.000,00

Numero Verde: 800 897 870

Fax: 06 81151421 – info@cardiosafe.it – www.cardiosafe.it

Uffici:

00136 Roma – Via Ugo de Carolis 4

20143 Milano – Ripa di Porta Ticinese 39

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *